Il PIN INPS. Che cos’è, a cosa serve, come posso ottenerlo? Scoprilo con la FISAC…

PIN-INPS1Il PIN dell’Inps è un codice alfanumerico di identificazione personale. Per coloro che devono assumere un/una badante o colf, è uno dei documenti indispensabili per poter effettuare l’operazione. Coloro che lo posseggono possono ottenere, attraverso il sito web dell’Istituto di Previdenza Sociale www.inps.it, diversi servizi: dalla consultazione della propria posizione previdenziale, alla consultazione di tutta la corrispondenza che l’Inps invia ad ogni soggetto, alla possibilità (per coloro che hanno il pin dispositivo) di effettuare direttamente alcune operazioni (come ad esempio: la richiesta di visita per il riconoscimento della legge 104 e dell’invalidità civile, l’autorizzazione all’inserimento di familiari per ottenere gli assegni familiari, richiesta per i permessi per la legge 104, etc).

CONSIGLIAMO TUTTI, indipendentemente dall’età anagrafica, DI RICHIEDERE AL PIÙ  PRESTO TALE CODICE.

Come si fa per ottenerlo?

  1. L’interessato può rivolgersi direttamente ad una sede Inps, munito di documento di identità e codice fiscale. Il PIN viene consegnato immediatamente e, generalmente, è già di tipo dispositivo, quindi può essere utilizzato direttamente sul sito per svolgere alcune operazioni;
  2. Si può richiedere via internet attraverso il sito www.inps.it e seguire questi semplici passaggi:
  •  cliccare su IL PIN ONLINE;
  •  cliccare su RICHIEDI PIN;
  •  indicare il codice fiscale (con caratteri maiuscoli);
  •  indicare la residenza (se italiana o estera);
  •  cliccare su AVANTI;
  •  nella successiva videata verrà richiesta l’indicazione dei dati anagrafici del richiedente, i dati di residenza e l’indicazione dei recapiti telefonici e di posta elettronica; cliccare su CONFERMA;
  • se sono stati inseriti tutti i dati richiesti, apparirà la seguente frase: “la sua richiesta è stata presa in carico, a breve riceverà la prima parte del PIN ad uno dei contatti da lei specificato (mail o cellulare), la seconda parte le sarà spedita all’indirizzo di residenza comunicato”. Generalmente  nell’arco di una decina di giorni, si otterranno le due tranche del PIN. A questo punto si può accedere al sito internet.

Indipendentemente da come lo si è ottenuto, con il primo accesso al sito, il PIN verrà variato e non verrà più modificato. Si consiglia di custodirlo con un certa cura, in quanto è possibile richiedere la sua sostituzione per un massimo di due volte.

Se il codice in possesso è stato richiesto on line, il PIN è di tipo consultativo: permette cioè di poter consultare la propria posizione previdenziale, o la posta inviata dall’Inps, ma non permette di procedere all’esecuzione di operazioni (come quelle elencate in precedenza).

Per poter eseguire queste operazioni è necessario convertire il PIN in PIN ESECUTIVO.

Come si deve procedere per ottenere la conversione?

sempre attraverso il sito www.inps.it bisogna:

  • cliccare su IL PIN ONLINE;
  • successivamente su CONVERTI PIN;
  • indicare il proprio codice fiscale (con caratteri maiuscoli);
  • indicare il proprio PIN (anch’esso in caratteri maiuscoli),
  • nella videata successiva compare un avviso che avverte che per ottenere la conversione sarà necessario inoltrare il modulo di richiesta apposito, unitamente a copia del documento di identità, consegnandolo direttamente ad una sede Inps, oppure inviando il tutto tramite fax al numero indicato, oppure ancora scannerizzando la documentazione che verrà inviata telematicamente (noi consigliamo quest’ultima opzione). Bisognerà quindi indicare i dati richiesti;
  • Nella videata successiva vi è la richiesta di stampare il modulo di richiesta che contiene i dati inseriti ed il numero di protocollo della richiesta stessa. Questo modulo, debitamente sottoscritto, dovrà essere inviato all’Ips (secondo le modalità sopra descritte) insieme al documento di identità;
  • Se si decide di inviare tutto telematicamente, una volta scannerizzati i documenti, nella videata che viene proposta di seguito si potrà inserire la documentazione e quindi inoltrarla;
  • A questo punto compare l’avviso che la richiesta è stata presa in carico. Se i dati sono completi, normalmente nel giro di qualche ora si riceverà una mail di avvenuta conversione del PIN (ATTENZIONE: il Pin rimane identico a prima, ma avrà delle funzionalità aggiuntive);
  • Ricevuta la mail di conferma si potrà utilizzare il sito dell’Inps per effettuare tutte le operazioni consentite.

Pe chiarimenti e consulenze puoi contattare
la responsabile del Dipartimento Welfare
Gloria Pecoraro gloria.pecoraro@fisac.net

gloria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *