SALDO IMU 2019

Il prossimo 16 dicembre sarà l’ultimo giorno utile per il pagamento del saldo dell’IMU, imposta che si applica sugli immobili diversi dalla prima casa di abitazione e relativa pertinenza.

Ricordiamo che anche quest’anno la TASI relativa alle prime case di abitazione è stata soppressa.

A partire da lunedì’ 18 Novembre e fino a mercoledì 11 Dicembre, le iscritte e gli iscritti FISAC CGIL di Torino e Provincia, potranno avvalersi del calcolo di questa imposta con il servizio CAAF Cgil.

Il servizio di calcolo è gratuito (per chi è iscritto e per i relativi coniugi) solo se la documentazione perverrà all’indirizzo di posta elettronica sotto indicato.

Coloro che  a giugno si sono recati ad una delle sedi CAAF Cgil ed hanno pagato la relativa tariffa, non dovranno più pagare per ottenere il calcolo. Chi non si era avvalso del servizio di calcolo ed andrà ad una delle sedi CAAF dovrà versare la tariffa relativa.

Documenti necessari per il calcolo:

se il calcolo dell’acconto era stato fatto con il nostro servizio:

  • copia del modello F24 di pagamento dell’acconto scadenza 17/06/2019. È indispensabile la ricevuta con l’indicazione del giorno in cui è avvenuto il pagamento;

indicare eventuali variazioni intervenute (a titolo di esempio: data di eventuale vendita di immobili successiva al 18/06/2019.

Se si fosse acquistato un nuovo immobile:

  • visuale catastale;
  • copia del  codice fiscale;
  • indicazione della percentuale di possesso dell’immobile;
  • data di acquisto dell’immobile 

Attenzione: nel  caso in cui si fosse acquistato  un immobile come prima casa, ma non si abbia ancora  variato la residenza in tale immobile, si è soggetti al pagamento dell’IMU fino al giorno in cui la residenza non viene variata.

Per coloro che a giugno non si sono avvalsi del nostro servizio:

  • visura catastale non anteriore al 2011;
  • copia del documento di identità e codice fiscale;
  •  indicazione della percentuale di possesso dell’immobile;
  • copia del modello F24 di pagamento dell’acconto scadenza 17/06/2019. È indispensabile la ricevuta con l’indicazione del giorno in cui è avvenuto il pagamento.

 

Modalità di esecuzione del servizio 

È sufficiente inviare tutti i documenti richiesti inderogabilmente entro e non oltre mercoledì 11 dicembre tramite posta elettronica al seguente indirizzo:

730fisac@gmail.com

nel giro di qualche giorno verrà fornito (sempre tramite email) il modello F24 utile per il pagamento.

Attenzione: Se hai dimenticato di pagare l’acconto anno 2019 è ancora possibile regolarizzarti con il calcolo del ravvedimento

Di seguito vi forniamo il link attraverso il quale ottenere la stampa delle visure catastali indispensabili per il calcolo:

http://sister.agenziaentrate.gov.it/CitizenVisure/InformativaAction.do

DIPARTIMENTO FISCALE FISAC CGIL PIEMONTE 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.